Nella prima parte del nostro Wild Tour a bordo del nostro Camper SmartVan siamo partiti da Bari alla volta di Ostuni, percorrendo la suggestiva Valle d’Itria mentre, nella seconda parte tour, abbiamo raggiunto le coste del Salento, ormai meta turistica bramata in tutta Europa. In questa terza parte del tour vi proponiamo un percorso alternativo: una volta arrivati a Ostuni ci dirigiamo verso i monti della Basilicata e della Calabria, a caccia di panorami mozzafiato e straordinari complessi monumentali.

PRIMO GIORNO
Partiamo da Ostuni per dirigerci in Calabria: la prima località nella quale decidiamo di fare tappa è Cerchiaria di Calabria (CS)

Durata percorso: 180 km circa

Immersa nel Parco del Pollino, Cerchiara di Calabria è una località nota per il suo santuario dedicato alla Madonna delle Armi, uno dei più pregevoli complessi monumentali di origine medievale della Calabria. Questo edificio, situato alle pendici del monte Sellaro a 1015 m s.l.m. con vista straordinaria sulla pianura di Sibari e sul golfo di Taranto, fu costruito nel 400 d.C sui resti di un più antico edificio di culto. Ampliato nel XVI secolo, il santuario custodisce preziose opere seicentesche e affreschi settecenteschi.

Cerchiara di Calabria è una meta molto ambita per appassionati di escursionismo, trekking, speleologia e arrampicata:

tra vie ferrate, grotte e canyon, in questo angolo del Pollino è possibile affrontare esplorazioni, arrampicate, ciaspolate sulla neve e canyoning nelle con l’ausilio delle guide di Avventurieri del Sud.

A Cerchiara di Calabria, alle pendici del monte Sellaro e del Santuario, decidiamo di sostare la prima notte per affrontare la seconda tappa del nostro viaggio: Matera.

SECONDO GIORNO

Durata percorso: 130 km circa

Lasciamo Cerchiara Calabra per dirigerci verso la Basilicata, precisamente a Matera, la città dei Sassi, dichiarata dall’UNESCO patrimonio Mondiale dell’Umanità nel 1993 e primo sito archeologico del Sud Italia per numero di visite.

Dal punto di vista architettonico e paesaggistico, i Sassi presentano una serie di elementi stratificati nel tempo: grotte, scalinate, complessi e chiese rupestri, aree di sepoltura e abitazioni di ogni epoca danno vita a un paesaggio magico, ricco di angoli sorprendenti e panorami suggestivi.

Matera, meta turistica molto amata in tutta Europa, dispone di numerose aree di sosta Camper: vi segnaliamo l’area attrezzata Masseria Radogna/Jazzo Gattini, situata nel parco naturale della Murgia Materana, dove potrete riposare a pochi minuti dal centro di Matera.

TERZO GIORNO
Lasciamo Matera per dirigerci verso Craco, la “città fantasma” della Lucania, completamente evacuata dalla sua popolazione nel 1963 a causa di una frana.

Durata Percorso: 53 km

Craco affascina e attrae numerosi viaggiatori ogni anno e ispira diversi registri che scelgono questa cittadina per girare scene dei loro film.
Visitare Craco vuol dire scegliere di vivere un’esperienza forte, tra macerie e abitazioni ancora inalterate, vuol dire immergersi in un paesaggio surreale dove la natura, in seguito all’abbandono dell’uomo, ha ripreso gradualmente i suoi spazi.

Se amate il brivido e l’avventura non possiamo non consigliarvi l’esperienza del Ponte della Luna: proprio in Basilicata si trova infatti il percorso dei ponti tibetani di Sasso di Castalda (PZ) situato sulle sponde del “Fosso Arenazzo”.

Partendo dal centro storico è possibile percorrere un primo ponte lungo 95 metri e sospeso a circa 70 metri di altezza e, dopo un sentiero, è possibile raggiungere il famoso “Ponte alla Luna”:

lungo 300 metri e sospeso nel vuoto a 120 metri di altezza, si percorre in circa 30 minuti, in piena sicurezza, e offre senza dubbio una vista mozzafiato grazie alla incredibile collocazione.
Alla fine del percorso giungerete su una sky-walk in vetro, dove potrete godere della vista sugli antichi ruderi circostanti da un punto di vista privilegiato.

 

Inizia ora la tua avventura a bordo dei nostri SmartVan! Book Now >